9. ATLANTIS IL MITO e L'IDENTITA'


SERGIO FRAU giornalista e inviato a La Repubblica introduce la sua importante ricerca sulle Colonne d'Ercole che lo impegna da qualche anno. Il suo libro ha venduto nella sola Sardegna circa 20 000 copie. In seguito reti televisive, mostre e pubblicazioni hanno diffuso gli esiti (e il successo) del suo studio che sposta le mitiche Colonne d'Ercole descritte da Platone, da Gibilterra al canale di Sicilia e apre nuove possibilità per la perduta Isola di Atlante. Era la Sardegna? si chiede Frau. Quei nuraghe del Sinis, sommersi dal fango e fotografati dall'alto da FRANCESCO CUBEDDU dimostrano realmente che l'isola fu sconvolta da un uno tsunami che ne ha interrotto drammaticamente lo sviluppo e indotto i superstiti all'esodo in Egitto (gli Shardana) o sulle alture appenniniche? Molto farebbe presumere di sì e Frau ce lo spiega. La ricerca continua..Si aprirebbe in questo modo un nuovo capitolo sulla tanto dibattuta "identità" dei sardi, problematica per loro stessi (come testimonia OMAR CONGIU giovane e colto autore televisivo), compressa in un mondo arcaico e primitivo che ormai sappiamo non ha nulla a che vedere con la Sardegna nuragica e le sue 20 000 torri ("la Sardegna dell'epoca era come Manhattan", dice Frau). Qual'è allora la vera identità sarda, rintracciabile forse anche nel Mito, e finora compressa, quasi castrata come dichiara FRANCISCU SEDDA semiologo alla Sapienza che ha analizzato e "tradotto" la tradizione sarda nei suoi libri, mettendo in discussione l'eredità troppo riduttiva dei padri. Frau, Congiu e Sedda da diverse sponde provano a tracciare la nuova possibile "identità", ormai fortemente sostenuta da molti studiosi. E Cubeddu commenta le immagini aeree colte nei suoi voli in parapendio.
.......................................................
Sergio Frau ( www.colonnedercole.it) è giornalista e scrittore.
Lavora al quotidiano La Repubblica dal 1975 per il quale, dopo avere curato vari supplementi, è inviato di temi culturali.
Ha scritto il saggio Le Colonne d'Ercole - Un'inchiesta (2002) in cui avanza la teoria che le mitiche colonne di cui parla Platone andrebbero identificate non con lo Stretto di Gibilterra, ma con il canale di Sicilia. Secondo tale scenario la leggendaria isola di Atlante, di cui parla Platone nei suoi dialoghi con Timeo e Crizia, coinciderebbe con la Sardegna.
Il popolo che edificò i nuraghi potrebbe essere il misterioso popolo dei Šardana o Šerden, citati tra i "popoli del mare" che secondo le cronache degli antichi egizi tentarono di invadere il Regno d'Egitto. Altri sarebbero emigrati nella penisola italica, e questa sarebbe l'altrimenti misteriosa origine degli Etruschi.
Nell'aprile del 2005 un simposio sui temi del libro si è tenuto nella sede dell'UNESCO a Parigi, insieme alla mostra "Atlantika: Sardaigne, Ile Mythe" sulla Sardegna nuragica. (da Wikipedia)
..........................................
Franciscu Sedda nato a Carloforte nel 1976, è un semiologo delle culture, docente presso le università di Roma “Tor Vergata”, Roma “La Sapienza”, Sassari. Ha ricoperto incarichi didattici anche presso l’università di Bologna e le università private di Roma “LUISS – Guido Carli” e “Link Campus – University of Malta”.
Ha ricevuto da Umberto Eco il premio “Sandra Cavicchioli” per la miglior tesi di laurea in Semiotica nel biennio 2000-2001. Da allora ha pubblicato i volumi Tradurre la tradizione (Roma, 2003), Tracce di memoria (Cagliari, 2002 e 2005), La vera storia della bandiera dei sardi (Cagliari, 2007) dedicati alla storia coscienziale, politica e antropologica dei sardi e della Sardegna.
Ha inoltre curato il volume Glocal. Sul presente a venire (Roma, 2005) che raccoglie interventi di studiosi di fama internazionale sulle implicazioni sociali e culturali della globalizzazione.
Franciscu Sedda è stato ideatore e fondatore, tra gli altri, del movimento politico indipendentista nonviolento e non nazionalista iRS – indipendéntzia Repùbrica de Sardigna.
..............................................
Francesco Cubeddu, è un escursionista, pluripremiato pilota di parapendio e paramotore dal 1992 Si occupa di fotografia aerea con particolare predilezione per i siti archeologici e il territorio della Sardegna. Nel concorso letterario fotografico a tema aeronautico “Il Mio Cielo” dell’Aero Club d’Italia e dell’editrice La Mandragora, è risultato vincitore nel 2004 e nel 2007 .
Le sue foto aeree dei nuraghi del Sinis, sono parte fondamentale della mostra ideata dal giornalista Sergio Frau: Atlantikà, Sardegna Isola Mito, e del relativo catalogo. La mostra è stata ospitata all’aeroporto di Cagliari-Elmas, a Parigi nella sede dell’UNESCO, nel museo di Rimini, all’Accademia dei Lincei a Roma e al museo delle Scienze di Torino. Attualmente una sua mostra di foto aeree dedicata al territorio del Sinis ( Sardegna centro occidentale) è ospitata all’Antiquarium Arborense di Oristano.
...............................................
Omar Congiu trentenne, lavora a Roma come autore televisivo.
Laureato a Cagliari in Lettere Moderne ha poi conseguito Master in Comunicazione Istituzionale presso l' Università di Tor Vergata e in Marketing e Comunicazione.Consulente editoriale e marketing in vari progetti di RaiSat e Gambero Rosso.
Fra le attività realizzate e in corso: Realizzazione contenuti siti web, Ideazione e gestione campagna di web marketing,organizzazione lancio di nuove strutture ricettive,Realizzazione piani comunicazione e ufficio stampa.

2 comments:

luigi said...

l'ho visto ottimo lavoro complimenti

SARDEGNA A/R said...

Ciao Clarita,
ho appena visto la puntata di Sardegna Andata & Ritorno che mi riguarda (ma ho visto anche le altre) e, oltre a ringraziarti per lo spazio che mi hai dedicato, ti faccio i complimenti per il programma e per il modo interessante col quale lo hai realizzato: dando la parola ai protagonisti.
Complimenti ancora
Francesco Cubeddu